Il luogo storico

  Nell’ultimo terzo del XIX secolo la regione intorno al Grosser e al Kleiner Wannsee (grande e piccolo Wannsee) si è trasformata in un sobborgo dell’alta borghesia della capitale dell’impero Berlino. Dei noti architetti, artisti e architetti paesaggisti progettano le ville e le residenze estive per industriali, banchieri, artisti ed editori.

   L’industriale Ernst Marlier (1875-1948) acquistò nel 1914 dal governo della Prussia Reale un terreno con una superficie complessiva di 30.578 mq e si fece costruire dall’architetto Paul O. A. Baumgarten una villa rappresentativa nello stile di campagna italiano. Nel 1921 vendette la proprietà per 2.300.000 di marchi tedeschi al direttore generale del gruppo Stinnes Friedrich Minoux (1877 - 1945), il quale, a causa di frodi ripetute, venne arrestato nel 1940 e quando uscì di prigione nel 1941, vendette il terreno alla "Fondazione Nordhav" creata dal capo dell’Ufficio Centrale per la Sicurezza del Reich Reinhard Heydrich.

   Nella villa presso il Großer Wannsee, utilizzata dalle SS come luogo di residenza e casa di riposo dal 1941 al 1945, si è tenuto il 20 gennaio 1942 il convegno oggigiorno conosciuto come la “Conferenza di Wannsee” per la “Soluzione finale della questione ebraica”, presieduto da Reinhard Heydrich. Il protocollo, trovato nel 1947 negli atti del Ministero degli Esteri, è stato redatto da Adolf Eichmann, esperto per le deportazioni presso l’Ufficio Centrale per la Sicurezza del Reich.

   Secondo delle notizie ancora non confermate, dopo la guerra hanno soggiornato nella villa dei soldati della marina russi e successivamente degli ufficiali delle forze di occupazione americane. Nel 1946 la proprietà è passata al Magistrat von Groß-Berlin (Consiglio comunale di Berlino), il quale l'ha affittata il 12 dicembre 1946 alla SPD (Partito Socialdemocratico di Germania) di Berlino. La fondazione “August-Bebel-Institut”, creata da cinque editori socialdemocratici ha fondato all’interno della villa al Wannsee un'università popolare.

   Dopo che l’August-Bebel-Institut si trasferì nel 1952, il Land di Berlino ha affittato il terreno al quartiere di Neukölln per realizzare una colonia scolastica. Il quartiere ha gestito dal 1952 al 1988 la colonia scolastica.

   Alla fine del 1986 è stata istituita una commissione, dall’allora sindaco in carica Eberhard Diepgen, la quale aveva lo scopo di elaborare un progetto per una mostra permanente e un programma educativo per un monumento commemorativo. La fondazione senza scopo di lucro "Erinnern für die Zukunft - Trägerverein des Hauses der Wannsee-Konferenz e.V." (Ricordare per il futuro – Ente di promozione della Villa della Conferenza di Wannsee) (Registro di Berlino 95 VR 10493 B) è stata creata il 17 ottobre 1990. Il 19 gennaio 1992 c'è stata l'apertura ufficiale della Gedenk- und Bildungsstätte Haus der Wannsee-Konferenz (Casa-Museo e Centro Didattico Villa della Conferenza di Wannsee).