Domande frequenti (FAQ)

  • La Casa-Museo è un luogo storico?
  • Hitler e Himmler parteciparono alla Conferenza di Wannsee?
  • Alla Conferenza di Wannsee si prese una decisione sulla “Soluzione finale della questione ebraica”?
  • La mostra è adatto ai bambini?
  • Quanto costa l’ingresso alla Casa Museo?
  • Quanto dura la visita all’esposizione?
  • All’interno della mostra è consentito fotografare o effettuare riprese video?
  • La Casa Museo è accessibile ai disabili?
  • È disponibile un’audioguida?
  • L’allestimento dell’esposizione è in più lingue?
  • È possibile l’accompagnamento da parte di una guida esterna?
  • Quanto dura il viaggio dal centro di Berlino al Wannsee?
  • Nella Casa Museo è presente una caffetteria?
  • Il parco è liberamente accessibile?

  • La Casa Museo è un luogo storico?

Sì. L’edificio che oggi ospita la Casa Museo, la villa di un industriale costruita nel 1914, fu di proprietà del Sicherheitsdienst delle SS e del Reichssicherheitshauptamt, l’ufficio centrale per la sicurezza del Reich, dal 1941 al 1945, quando fu usato come foresteria. Il 20 gennaio 1942 al pianterreno della villa si svolse una riunione sulla “Soluzione finale della questione ebraica” oggi nota come Conferenza di Wannsee.

  • Hitler e Himmler parteciparono alla Conferenza di Wannsee?

No. Né Hitler, né il Reichsführer delle SS Heinrich Himmler presero parte alla conferenza che si svolse il 20 gennaio 1942, cui parteciparono invece segretari di stato di diversi ministeri e importanti funzionari del Reich e del Partito nazionalsocialista, come pure alti ufficiali delle SS e della polizia.
Alla Conferenza di Wannsee si prese una decisione sulla “Soluzione finale della questione ebraica”?
No. Alla Conferenza di Wannsee non si presero “decisioni” riguardo alla soluzione finale. I partecipanti all’incontro discussero del coordinamento del piano di deportazione e sterminio degli ebrei europei. Si parlò dunque della partecipazione attiva dei ministeri del Reich e delle autorità nazionalsocialiste al genocidio.

  • La mostra è adatto ai bambini?

La Casa Museo offre un programma pedagogico rivolto a gruppi di bambini a partire dalla quinta elementare che include anche parti dell’esposizione permanente. Altri settori della mostra non sono adatti ai bambini.

  • Quanto costa l’ingresso alla Casa Museo?

L’ingresso alla mostra permanente è gratuito per i singoli, mentre per le manifestazioni è richiesto il pagamento di un biglietto.
La sezione didattica offre visite guidate alla mostra in diverse lingue, così come seminari e convegni. È necessaria la prenotazione anticipata. Agli adulti che percepiscono un reddito è richiesto un contributo di 2,00 euro per persona.
Per giovani, studenti e apprendisti la partecipazione alle visite guidate, ai seminari e ai convegni è gratuita.

  • Quanto dura la visita all’esposizione?

La visita all’esposizione permanente dura all’incirca fra le due e le tre ore.

  • All’interno della mostra è consentito fotografare o effettuare riprese video?

Sì, a condizione che le immagini siano usate per motivi personali e che non si rechi disturbo alle visitatrici e ai visitatori dell’esposizione. I volti possono essere fotografati o ripresi solo con l’esplicito consenso della persona interessata. Per le riprese video è necessario presentare anticipatamente una domanda di autorizzazione all’amministrazione.
È da segnalare che gran parte dei materiali iconografici in mostra è disponibile in formato DVD e che sul sito della Casa Museo si trovano svariate immagini così come una visita virtuale dell’esposizione.

  • La Casa Museo è accessibile ai disabili?

La mostra permanente al pianterreno è accessibile alle sedie a rotelle. Al piano è disponibile anche una toilette per disabili. La biblioteca e le aule seminari sono raggiungibili in ascensore.
Purtroppo all’esposizione non sono presenti scritte in braille. Alla reception è disponibile un raccoglitore con i testi più rilevanti trascritti in braille.
La Casa Museo propone visite guidate speciali per non vedenti e ipovedenti.

  • È disponibile un’audioguida?

Audioguide in ebraico, tedesco, inglese i francese sono disponibili per € 3,00 presso la reception del memoriale

  • L’allestimento dell’esposizione è in più lingue?

Sì. Tutti i testi di introduzione e commento sono scritti in tedesco e in inglese. I documenti tedeschi in esposizione sono tradotti per intero o in parte in inglese. I testi delle postazioni audio e video sono anche doppiati o sottotitolati in inglese e, parzialmente, in ebraico.
Alla reception sono disponibili cataloghi che agevolano la fruizione della mostra nelle seguenti lingue: ebraico (completo) e (solo con i testi e i documenti più rilevanti) francese, italiano, olandese, polacco, spagnolo e greco.

  • È possibile l’accompagnamento da parte di una guida esterna?

Le visite guidate alla mostra permanente a cura di accompagnatori di comitive, insegnanti e/o guide turistiche non sono consentite.
Vi preghiamo di essere comprensivi.

  • Quanto dura il viaggio dal centro di Berlino al Wannsee?

Con i mezzi di trasporto pubblico (treno regionale – RE – o S-Bahn + autobus 114), il viaggio dal centro cittadino alla Villa della Conferenza di Wannsee dura circa 45 minuti. La durata dipende dalle coincidenze disponibili (v. www.bahn.de o www.bvg.de).

  • Nella Casa Museo è presente una caffetteria?

La caffetteria è accessibile solo ai gruppi che prendono parte ai programmi giornalieri. Per ragioni di ordine fiscale, la Casa Museo non può gestire un luogo di ristoro aperto al pubblico. Nelle immediate vicinanze della Casa Museo ci sono due ristoranti e un takeaway.

  • Il parco è liberamente accessibile?

Sì. Il parco (circa 25500 mq) è liberamente accessibile durante gli orari di apertura della Casa Museo. Sono richiesti un abbigliamento consono e un comportamento appropriato. La Casa Museo detiene diritti di proprietà anche sul parco.