Enti promotori e consiglio scientifico

Il museo-memoriale “Haus der Wannsee-Konferenz“ è istituito per volontà della Camera dei Deputati del Land di Berlino (comunicazione 12/236), per rispondere all’esigenza di creare, in Germania, memoriali in onore delle vittime dell’Olocausto.

L’istituzione è finanziata dal Governo del Land Berlino e dal governo della RepubblicaFederale di Germania, tramite l’associazione di pubblica utilità “Erinnern für die Zukunft – Trägerverien des Hauses der Wannsee-Konferenz”.

Obiettivo dell’associazione “Erinnern für die Zukunft–Trägerverien des Hauses der Wannsee-Konferenz“ (iscritta presso la Pretura di Berlino, VR 10493 Nz) secondo Statuto è:
“la promozione
- della memoria delle vittime della politica genocidaria del
  Nazionalsocialismo,
- della conoscenza dei crimini del Nazionalsocialismo,
- dell’educazione alla democrazia e alla tutela dei diritti umani.

A questo scopo, l’associazione gestisce la villa all’indirizzo Am Grossen Wannsee 56-58 (Haus der Wannsee-Konferenz), come museo-memoriale e centro per la didattica, dotato di una mostra permanente e tramite l’organizzazione di iniziative per la formazione politica”.

Gli organi dell’associazione sono: l’assemblea dei soci, la presidenza e il consiglio scientifico. L’assemblea dei soci determina le linee-guida per le attività del museo - memoriale.

Sono membri dell’associazione:

  • La Repubblica tedesca, rappresentata dall’Ufficio del   governo per la Cultura e i Media
  • Il Land di Berlino, rappresentata dal Sindaco in carica
  • Il Consiglio centrale degli ebrei in Germania
  • La Comunità ebraica di Berlino
  • L’Arcidiocesi di Berlino in rappresentanza della Conferenza   tedesca dei vescovi cattolici
  • La Chiesa evangelica della regione Berlino-Brandeburgo
  • Il Museo storico tedesco
  • Internationales Auschwitz Kommitee
  • Deutsches Institut für Menschenrechte

Presidente dell’Ente promotore:
Helge Rehders, Dipartimento Affari culturali  - Senato del Land di Berlin


Consiglio scientifico

   Il Consiglio scientifico internazionale dell’Ente promotore, sostiene e indirizza il lavoro dell’associazione e del museo-memoriale con le sue competenze. Il consiglio scienitifico è composto da massimo 15 persone fisiche. Il loro incarico è rinnovato ogni tre anni. È possibile rimanere in carica per più di un mandato. Il consiglio elegge al suo interno un Presidente e un vice-Presidente.

Sono membri del consiglio:

  • Prof. Dr. Frank Bajohr, Institut für Zeitgeschichte, München
  • Deidre Berger, American Jewish Committee
  • Dr. Barbara Distel, München
  • Dr. Detlef Garbe, KZ-Gedenkstätte Neuengamme
  • Lamya Kaddor
  • Cilly Kugelmann, Jüdisches Museum Berlin
  • Prof. Dr. Günter Morsch, Stiftung Brandenburgische Gedenkstätten, Oranienburg
  • Dr. Guy Miron, Schechter Institute of Jewish Studies, Jerusalem
  • Karen Polak, Anne Frank Stichting, Amsterdam
  • Prof. Dr. Mark Roseman, Indiana University, Bloomington
  • Dr. Estela Schindel, Universität Konstanz
  • Prof. Dr. Stefanie Schüler-Springorum, Zentrum für Antisemitismusforschung Technische Universität Berlin
  • Dr. Marian Turski, Warschau
  • Dr. Annette Weinke, Friedrich-Schiller-Universität, Jena
  • Prof. Dr. Michael Wildt, Humboldt Universität Berlin

Presidente:
Prof. Dr. Michael Wildt, HU Berlin.