La mostra permanente

La Conferenza di Wannsee e il genocidio degli Ebri europei

Nel gennaio 2006, il Memorial della Conferenza di Wannsee ha aperto una nuova mostra permanente. 

Nelle stanze poste al pianterreno della villa è allestita in sede permanente la mostra "La Conferenza di Wannsee e il genocidio degli Ebrei europei“. Testi e didascalie sono consultabili in tedesco e in inglese. La mostra descrive e documenta con l’ausilio di fonti storiche di diversa natura (documenti d’archivio, fotografie e filmati, pubblicazioni di propaganda, testi letterari e scientifici, corrispondenze ufficiali, testimonianze, ecc…) le origini dell’antisemitismo in Germania, l’inasprirsi delle persecuzioni nei confronti degli ebrei - dall’isolamento, alla privazione dei diritti, alle espulsioni forzate dal 1933 al 1939  -  fino alla genesi e allo sviluppo del sistema di deportazione, concentrazione e sterminio, nei territori occupati dalla Germania nel corso della seconda guerra mondiale. Tema centrale della mostra è la conferenza del 20 gennaio 1942 che ebbe luogo in quella che era, all’epoca, la sala da pranzo della villa. In ogni stanza del pianterreno è affrontato un tema, introdotto da brevi testi esplicativi.

Il catalogo della mostra è acquistabile all’ingresso della villa.

Audioguide in ebraico, tedesco, inglese i francese sono disponibili per € 3,00 presso la reception del memoriale